Home »  Produzione » Arbusti fioriti » Bougainvillea

Produzione

Bougainvillea

La pianta di Bougainvillea, originaria delle zone tropicali (in special modo del Brasile), fu scoperta nel 1768 dall’esploratore francese Louis Antoine, conte di Bougainville (Parigi, 11 novembre 1729 – Parigi, 31 agosto 1811). Essa appartiene all’ordine Caryophyllales, famiglia delle Nyctaginaceae; la diffusione di questa pianta è legata all’uso come pianta ornamentale. I fiori sono riuniti in grappoli, piccoli e tubolosi, bianchi o giallognoli e riuniti a gruppi di tre in un involucro di tre brattee vistosamente colorate di bianco, giallo, arancio, rosa, rosso o viola, che fioriscono per molti mesi l'anno.

Le piante di Bougainvillea hanno una crescita vigorosa, sono resistentissime alla siccità e sono oltre tutto facili da coltivare. Possono essere tenute in casa nel vaso, potandole a forma di alberetto o di cespuglio collocate in una posizione soleggiata e riparata dai venti freddi invernali. I rami sono spinosi e portano foglie ovali non particolarmente decorative. Le brattee compaiono in primavera-estate e persistono per alcuni mesi. Per fiorire richiede luce intensa e sole diretto durante il periodo vegetativo per almeno 4 ore al giorno.

Le bouganvillea vanno innaffiate generosamente durante i mesi caldi e ogni 10-15 giorni si somministrerà un buon fertilizzante liquido. Nelle zone del nord Italia, è opportuno ridurre l'irrigazione estiva per stimolare la fioritura.

Le piante coltivate in vaso richiedono ambienti caldi e soleggiati per una buona fioritura, regolari annaffiature e concimazioni.

Bougainvillea ad alberello

Bougainvillea a cespuglio

Bougainvillea a spalliera